AGRICOLTURA 2La misura del primo insediamento in agricoltura mira ad incentivare l'insediamento di giovani nella creazione di imprese agricole competitive.

Favorire l'ingresso di giovani imprenditori in agricoltura è da diversi anni uno degli obiettivi strategici a livello nazionale e comunitario come risposta all'elevata senilizzazione delle campagne e come driver fondamentale per l'ammodernamento strutturale, tecnologico e gestionale delle aziende agricole, al fine di migliorare la competitività del settore. 

Chiedi informazioni

Logo Italia Contributi

Richiedi un Appuntamento a Milano

Richiedi un appuntamento in altre città

Richiedi informazioni

Sei un Commercialista? Collabora con noi​

 

PRIMO INSEDIAMENTO DI GIOVANI IN AGRICOLTURA

  1. FINALITA'
    aiutare finanziariamente i giovani ad acquistare aziende agricole mediante operazioni di leasing finanziario.

  2. COME FUNZIONA
    Prevede l'acquisto da parte di Ismea di efficienti strutture fondiarie agricole e la successiva rivendita, con patto di riservato dominio, al giovane imprenditore.

  3. BENEFICIARI
    I beneficiari delle agevolazioni sono i giovani agricoltori, di età compresa tra i 18 e i 40 anni non compiuti, anche organizzati in forma societaria, che intendono insediarsi per la prima volta in un'azienda agricola in qualità di capo azienda.

  4. AGEVOLAZIONI
    Finanziamento a tasso base europeo aumentato di 2,20 punti percentuali.
    Durata massima 30 anni.
    Massimale stabilito in  € 2.000.000.
    Il premio di primo insediamento è erogato come abbuono sugli interessi, per un massimo di euro 70.000.

  5. REQUISITI
    il giovane, oltre al possesso della competenza e conoscenza professionale, secondo quanto stabilito nel Piano di Sviluppo Rurale della Regione di localizzazione dell'iniziativa, deve presentare un piano aziendale che dimostri la sostenibilità economica e finanziaria dell'operazione.

Dalla data di avvio del nuovo regime SA 40395 sono pervenute n. 441 richieste di agevolazioni per il primo insediamento per oltre 316 milioni di euro.

Dato il valore rilevante della richiesta, che testimonia il successo dello strumento, l'Ismea ha deliberato di elaborare nuovi criteri e modalità per un ulteriore rilancio degli interventi al fine di meglio rispondere alle necessità dei giovani imprenditori agricoli.

Per tale ragione, lo sportello rimane sospeso, in attesa della conclusione di queste prime richieste nonché della fase di revisione della misura agevolativa.

La descrizione del nuovo strumento sarà disponibile quanto prima. 

 

MAGGIORI INFORMAZIONI

RICHIEDI